In tema di agevolazioni relative ai lavori volti ad aumentare l'efficienza energetica degli edifici esistenti, negli ultimi anni si sono susseguite diverse proroghe o modifiche.

Attualmente tali agevolazioni sono prorogate nella misura del 65% per spese sostenute fino al 31 dicembre 2015 e consistono in detrazioni dall’IRPEF o dall’IRES concesse per la realizzazione di interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti e dotati di impianti di riscaldamento.

Possono beneficiare di queste detrazioni tutti i contribuenti, persone fisiche, professionisti, società e imprese che sostengono spese per l’esecuzione degli interventi su edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, posseduti o detenuti.

Le detrazioni in questione vengono riconosciute se le spese sono state sostenute per i seguenti interventi (Art. 1, Legge Finanziaria 2007):

  • riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento dell’intero edificio;

  • miglioramento delle prestazioni termiche dell’involucro dell’edificio (attraverso la coibentazione di solai, pareti o la sostituzione di serramenti o parti di essi);

  • installazione di pannelli solari;

  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

     

L’ENEA ha reso disponibili sul proprio sito Internet (http://www.acs.enea.it/) dei “Vademecum per l’uso”, in cui sono esposte le caratteristiche tecniche degli interventi e la documentazione richiesta per ogni fattispecie agevolabile.

 

 

Link dei vademecum dell'ENEA:

 

Serramenti e infissi

Caldaie a condensazione

Caldaie a biomassa_comma 344

Pannelli solari

Pompe di calore

Coibentazione pareti e coperture

Riqualificazione globale

Caldaie a biomassa_comma 347

Schermature solari

 

 

A seguito delle modifiche apportate dalla Finanziaria 2015, la detrazione fruibile per le spese relative ad interventi di riqualificazione e risparmio energetico è:

  • riconosciuta nella misura del 65% fino al 31.12.2015. Tale “proroga” rileva anche per gli interventi effettuati su parti comuni di edifici condominiali o che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il condominio;

  • estesa a 2 nuove tipologie di interventi, ovvero:

    • schermature solari;

    • impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

Infine,con il comma 657 del citato art. 1, è stato disposto l’aumento dal 4% all’8% della ritenuta operata dalla banca / Poste sui pagamenti di dette spese effettuati con bonifico.

La detrazione IRPEF / IRES per i due nuovi interventi sopra menzionati è fruibile con riferimento alle spese sostenute nel periodo 1.1 – 31.12.2015 e quindi riguarda, in generale, il mod. UNICO 2016.

Per gli acquisti e la posa in opera di schermature solari di cui all’Allegato M al D.Lgs. n. 311/2006 è riconosciuta una detrazione nel limite di € 60.000. La spesa massima agevolabile è quindi pari a € 92.307,69.

Per quanto riguarda l'acquisto e la posa in opera di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, la detrazione è riconosciuta nel limite di € 30.000; la spesa massima agevolabile è quindi pari a € 46.153,85.

Per individuare la data di sostenimento della spesa va fatto riferimento:

  • per le persone fisiche / lavoratori autonomi / enti non commerciali al criterio di cassa, ossia alla data di effettivo pagamento (data del bonifico), a prescindere dalla data di avvio dell’intervento e dalla data delle fatture;

  • per le imprese individuali / società / enti commerciali al criterio di competenza, ossia alla data di ultimazione.

 

 

L’AGEVOLAZIONE PER IL RISPARMIO DI ENERGIA

L’agevolazione è ammessa entro il limite che trova capienza nell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi.

In sostanza, la somma eventualmente eccedente non può essere chiesta a rimborso.

 

DETRAZIONE MASSIMA PER TIPOLOGIA DI INTERVENTO

TIPOLOGIA DI INTERVENTO

AGEVOLAZIONE/DETRAZIONE MASSIMA

Riqualificazione energetica di edifici esistenti

€ 100.000,00

Involucro su edifici (pareti, finestre con infissi su edifici esistenti)

€ 60.000,00

Installazione pannelli solari

€ 60.000,00

Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

€ 30.000,00

 

 

ATTENZIONE!


Condizione indispensabile per fruire della detrazione è che gli interventi siano eseguiti su unità immobiliari e su edifici(o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali (per l’attività d’impresa o professionale).

La prova dell’esistenza dell’edificio può essere fornita dalla sua iscrizione in catasto o dalla richiesta di accatastamento, oppure dal pagamento dell’imposta comunale (Ici/Imu), se dovuta.

Non sono agevolabili, quindi, le spese effettuate in corso di costruzione dell’immobile.

 

Per alcune tipologie di interventi, inoltre, è necessario che gli edifici presentino specifiche caratteristiche (per esempio, essere già dotati di impianto riscaldamento, presente anche negli ambienti oggetto dell’intervento, tranne quando si installano pannelli solari).

 

In caso di ristrutturazione senza demolizione dell’esistente e ampliamento, la detrazione spetta solo per le spese riferibili alla parte esistente.

 

In quest’ultimo caso, comunque, l’agevolazione non può riguardare gli interventi di riqualificazione energetica globale dell’edificio, considerato che per tali interventi occorre individuare il fabbisogno di energia primaria annua riferita all’intero edificio, comprensivo, pertanto, anche dell’ampliamento.

Sono agevolabili, invece, gli interventi per i quali la detrazione è subordinata alle caratteristiche tecniche dei singoli elementi costruttivi (pareti, infissi, eccetera) o dei singoli impianti (pannelli solari, caldaie, eccetera).

Se con tali interventi si realizzano impianti al servizio dell’intero edificio, la detrazione va calcolata solo sulla parte imputabile all’edificio esistente, non potendo essere riconosciuta sulla parte di spesa riferita all’ampliamento.

 


 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie consulta l'informativa.
Cliccando su "Ok, accetto" o continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità all'informativa.