Fatturazione elettronica tra privati obbligatoria a partire dal 2019: lLegge di Bilancio 2018 (L. 205 del 27/12/2017), al fine di contrastare l’evasione Iva, ha esteso l'obbligo dell'emissione di fatture in formato elettronico (attualmente in vigore per i rapporti con la Pubblica Amministrazione) anche alle cessione di beni e alle prestazioni di servizi (e alle relative variazioni) tra sggetti privati. Fatturazione elettronica anche per i rapporti B2B (tra soggetti con partita Iva) e B2C (tra partite Iva e consumatori finali).

Secondo quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018 la fatturazione elettronica obbligatoria entrerà in vigore

  • dal 1° luglio 2018 soltanto per le imprese che operano nel settore della cessione di benzina e gasolio e per i subappalti nell’ambito di appalti pubblici;
  • dal 1° gennaio 2019 per tutte le altre imprese e tutte le altre operazioni (B2B e B2C).

ATTENZIONE ALLE SANZIONI: se non si osserva l'obbligo di emissione della fattura in formato elettronico, si incorre nella sanzione prevista per l'omessa fatturazione, cioè una sanzione pari al 90% o al 180% dell'imposta , oppure, nel caso in cui l'omissione non abbia inciso sulla liquidazione dell'imposta, una sanzione fissa pari a € 250 - € 2.000.

N.B.: sono esonerati da tale obbligo i soggetti "forfettari" (L. 190/2014) e i soggetti "minimi" (L. 98/2011).

In vista di queste importanti novità, che avranno in imponente impatto sulle nostre attvità, è bene iniziare a pensare fin d’ora a come strutturarsi.

A disposizione per qualsiasi chiarimento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Altri articoli in tema Fatturazione Elettronica:

 

 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie consulta l'informativa.
Cliccando su "Ok, accetto" o continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità all'informativa.