user_mobilelogo

Con il Messaggio n. 3124 del 27 luglio 2017 l'INPS fornisce le istruzioni per effettuare il versamento dei contributi sospesi da parte dei soggetti operanti nelle zone del Centro Italia colpite dai gravi eventi sismici del 2016 e 2017.

 

Scadenza adempimenti

L’art. 48 del DL n. 189/2016 ha stabilito che, a seguito degli eventi sismici del 24 agosto 2016, del 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017 nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, gli adempimenti e i pagamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria sospesi debbano essere effettuati:

  • in unica soluzione, entro il 30 ottobre 2017, senza applicazione di sanzioni ed interessi;

  • oppure mediante rateizzazione, senza applicazione di sanzioni ed interessi, fino ad un massimo di 18 rate mensili di pari importo.

 

Modalità di versamento

 

Le aziende con dipendenti dovranno effettuare il versamento tramite Modello F24

  • utilizzando il codice contributo “DSOS”,

  • esponendo la matricola dell’azienda, seguita dal codice utilizzato per la rilevazione del credito “N964”.

Sempre entro il 30 ottobre 2017 dovranno essere trasmesse le denunce UniEmens non inviate durante la sospensione.

Sezione Inps

Codice Sede

Causale contributo

Matricola INPS/Codice INPS/Filiale Azienda

Periodo dal

Periodo al

Importi a debito versati

XXXX

DSOS

PPNNNNNCCN964

 

 

 

 

 

Artigiani e commercianti, per effetto della proroga della sospensione fino al 30 settembre 2017 del versamento della contribuzione, potrebbero “avere in sospeso”

  • III rata sul minimale per l’anno 2016 (16 novembre 2016)

  • Secondo acconto della contribuzione eccedente il minimale per l’anno 2016 (30 novembre 2016)

  • IV rata sul minimale per l’anno 2016 (16 febbraio 2017)

  • I rata sul minimale per l’anno 2017 (16 maggio 2017)

  • Saldo della contribuzione eccedente il minimale per l’anno 2016 - I acconto della contribuzione eccedente il minimale per l’anno 2017 (30/6/2017);

  • II rata sul minimale per l’anno 2017 (20 agosto 2017)

Per il versamento delle rate sospese, le sedi devono utilizzare la procedura G = GESTIONE DILAZIONI PER SOSPENSIONI CONTRIBUTIVE indicando come numero rate “1”, se viene preferito il versamento in unica soluzione, ovvero un numero compreso tra “2” e “18” come indicato nella domanda. 

Qualora il contribuente intenda versare anche l’eventuale contribuzione eccedente il minimale dovuta a titolo di acconto per l’anno 2017 e di saldo per l’anno 2016, dovrà essere prodotta una dichiarazione attestante il reddito degli anni 2015 e 2016 da utilizzare quale base imponibile per la determinazione della contribuzione dovuta. Tali informazioni dovranno essere prodotte con il modello di rateazione, anche per i soggetti che intendono versare in unica soluzione.

 Sezione Inps

Codice Sede

Causale contributo

Matricola INPS/Codice INPS/Filiale Azienda

Periodo da

Periodo a

Importi a debito versati

Importi a credito compensati

 

AD/CD

 

mm/aaaa

mm/aaaa

 

 

AD indica le rate relative alla contribuzione dovuta alla gestione artigiani e CD le rate relative alla contribuzione dovuta alla gestione commercianti

 

I committenti tenuti al versamento alla Gestione Separata INPS devono versare la contribuzione sospesa relativa ai compensi effettivamente pagati nel periodo della sospensione.

Tale versamento deve essere effettuato, entro il 30 ottobre 2017, tramite Modello F24, indicando la causale contributo “COC”.

 

I liberi professionisti iscritti alla Gestione separata devono effettuare il versamento relativo al saldo 2016 e primo acconto 2017 entro il 30 ottobre 2017 indicando la causale contributo “POC”.

 

Le aziende agricole con manodopera dovranno effettuare il pagamento con Modello F24. I dati relativi a Sede INPS, Causale, Codeline e Periodo sono quelli indicati nella lettera, inviata in sede di tariffazione, contenente gli estremi per il versamento dei contributi.

Il prospetto dei contributi dovuti sarà inserito nel cassetto aziende agricole all’interno della sezione “news individuale”.

L’istituto ricorda che:

  • i contributi già tariffati relativi al 1° e 2° trimestre 2016, e comunque tutti i trimestri oggetto di sospensione e già trasmessi, dovranno essere versati entro il 30 ottobre 2017;

  • le denunce trimestrali di manodopera (DMAG) del 3° e 4° trimestre 2016 e del 1° e 2° trimestre 2017, i cui adempimenti sono stati sospesi, dovranno essere inviate entro e non oltre il 30 ottobre 2017.

Tali dichiarazioni saranno oggetto di calcolo contributivo e di valorizzazione ad ogni altro fine in occasione della lavorazione delle denunce del 3° trimestre 2017. Di conseguenza, la contribuzione dovuta avrà scadenza 16 marzo 2018.

 

I contributi per lavoro domestico dovranno essere versati, entro il 30 ottobre 2017, con le consuete modalità:

  • utilizzando i bollettini MAV ricevuti oppure generati attraverso il sito Internet www.inps.it seguendo il percorso “Prestazioni e servizi > Tutti i servizi > Portale dei Pagamenti > Lavoratori Domestici”;

  • rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito “Reti Amiche” (uffici postali, tabaccherie che espongono il logo “Servizi Inps”, sportelli bancari Unicredit);

  • online sul sito Internet www.inps.it seguendo il percorso “Prestazioni e servizi > Tutti i servizi > Portale dei Pagamenti > Lavoratori Domestici” tramite la modalità di pagamento immediato/online pagoPA utilizzando la carta di credito o debito o prepagata oppure addebito in conto.

 

Le aziende con natura giuridica privata che hanno dipendenti iscritti alla gestione pubblica ai quali è stato riconosciuto il beneficio della sospensione dei versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali, dovranno indicare il contributo dovuto nell’elemento <AltriImportiDovuti_Z2> della ListaPosPA valorizzando la Tipologia del Dovuto con il Codice 33: Restituzione contributi sospesi per eventi calamitosi.

Il pagamento deve essere effettuato con il Mod. F24, sezione “Altri enti previdenziali e assistenziali”, utilizzando nel campo Causale gli appositi codici previsti per tale fattispecie.

 

 

Il mio profilo Facebook

Il mio profilo Twitter

Il mio profilo LinkedIn

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie consulta l'informativa.
Cliccando su "Ok, accetto" o continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità all'informativa.